Tecnologia

Raiot, la scarpa intelligente per chi va in bicicletta

raiotIMG_2344

Raiot (Radical Apparel Internt of Things) è una start-up romana che in un anno e mezzo di lavoro ha realizzato e una serie di brevetti destinati al wearable di cui uno depositato di recente che riguarda una scarpa smart per la bicicletta. “Nel Nord Europa sono tanti i manager che si recano al lavoro con questo mezzo, noi abbiamo pensato proprio a loro”, spiega il cofondatore Manolo Abrignani: “Sarà possibile applicare i brevetti che abbiamo realizzato a diversi ambiti: lifestyle, sport, ma anche business, pensate per esempio ai rider delle consegne del cibo a domicilio che spesso lavorano di sera in città molto trafficate”.

La calzatura è pensata per un possibile abitante di una città smart in cui questo oggetto di uso comune sarà uno dei tanti con funzioni tech in grado di raccogliere una serie di dati sul comportamento quotidiano e renderli disponibili tramite app. La scarpa con tecnologia Raiot sarà realizzata in partnership con Velasca (brand milanese di moda). Dopo cinque pedalate le luci di posizione a led poste dietro al tacco si accendono per poi spegnersi in automatico una volta scesi dalla sella grazie al riconoscimento del movimento della camminata. Non c’è interruttore di accensione o spegnimento, mentre per attivare le luci lampeggianti della freccia basterà un movimento della caviglia sul lato desiderato.

La ricarica sul prototipo che abbiamo visto avviene attraverso MicroUsb, “per il futuro però stiamo pensando ad un sistema a induzione, magari con un pannello posto direttamente sulla scatola, così chi arriva a casa alla sera dopo il lavoro deve solamente posizionare le scarpe lì sopra senza collegare l’ennesimo aggeggio alla corrente”. Secondo le stime la scarpa sarà disponibile al pubblico entro sei mesi con un prezzo superiore del 20% rispetto a quelli di listino dei modelli Velasca.

raiotIMG_4532

Alla base di Riot c’è una lungimirante filosofia, un’analisi di quali saranno i bisogni nei prossimi anni, “noi crediamo che ogni capo sia destinato a diventare un’interfaccia, l’uomo sarà una sorta di cyborg con vari accessori da indossare in grado d’interagire con l’ambiente”, racconta Cristina Bonaccurso Cofounder e CXO, “la moda diventerà più personale, con capi in grado d’imparare dall’utente per migliorare il suo benessere ed in alcuni contesti le prestazioni”.

The post Raiot, la scarpa intelligente per chi va in bicicletta appeared first on Wired.


Source: Wired Raiot, la scarpa intelligente per chi va in bicicletta