Cucina

Cosa mangiare di inverno (per stare bene)

L’inverno è il periodo dell’anno in cui si è maggiormente esposti ad acciacchi e malanni. I passaggi da ambienti interni troppo riscaldati e secchi a temperature esterne fredde e umide rendono il corpo più vulnerabile a disturbi di vario genere. In questo periodo, poi, le giornate la minore esposizione alla luce solare favorisce gli sbalzi d’umore. Per contrastare gli effetti negativi dell’inverno in aiuto vengono vitamine, minerali e antiossidanti di cui sono particolarmente ricchi alcuni cibi di stagione. Vediamo con l’aiuto della dottoressa Valentina Schirò, biologa nutrizionista specializzata in scienza dell’alimentazione, cosa portare in tavola in questo periodo per rinvigorire il corpo e avere più energia.

Cosa mangiare di inverno per rafforzare le difese

«Verdura e frutta di stagione come kiwi e agrumi sono ottime fonti di vitamina C, che favorisce l’assimilazione del ferro, la cui carenza provoca debolezza e rafforza le difese del sistema immunitario. Apportano poi fibre, che oltre a favorire la sazietà e tenere lontani gli attacchi di fame, favoriscono l’eliminazione delle tossine in eccesso che affaticano l’organismo» spiega l’esperta.

Per risollevare l’umore

«Molti ortaggi di stagione, in particolare quelli a foglia verde come cicoria, spinaci, bietola sono particolarmente ricche di vitamine del gruppo B e minerali come il potassio e il magnesio, che sostengono il sistema nervoso e aiutano a contrastare l’irritabilità» spiega la nutrizionista Valentina Schirò.

Ecco quindi i super food da portare in tavola in inverno.

Cicoria
La cicoria assicura una gran varietà di antiossidanti, fibre, minerali, in particolare potassio e magnesio, che contrastano il gonfiore frequente in questo periodo per via della vita più sedentaria.

Finocchi
Hanno il vantaggio di essere diuretici e sazianti. Apportano tanta acqua e fibre che favoriscono l’eliminazione delle tossine in eccesso. Inoltre sono ottime fonti di antiossidanti, tra cui i preziosi flavonoidi e la vitamina C.

Arance rosse
Assicurano vitamina C e vitamine del gruppo B utili per potenziare le difese dell’organismo. Inoltre, contengono tanti minerali come magnesio e potassio, preziosi per sostenere l’organismo. Sono poi un’ottima fonte di antiossidanti, tra cui gli antociani.

Rapa rossa
Sgonfia e depura. Assicura tanti minerali, in particolare il potassio che aiuta a drenare e eliminare i liquidi in eccesso. Inoltre, è ricca di acqua e fibre, agevolano il transito intestinale e lo smaltimento delle tossine.

Mele
Contengono inulina e pectina, sostanze prebiotiche utili per rafforzare i batteri “buoni” dell’intestino, che attenuano le infiammazioni, responsabili del gonfiore.

Broccoli
Forniscono tante fibre e vitamine del gruppo B, in particolare la vitamina B2, B5, B9, B12. Inoltre, sono degli ottimi alleati della linea: hanno poche calorie e tanta acqua, circa il 92 per cento.

Cavolo
Crudo, fornisce tanta vitamina C, che potenzia le difese immunitarie. Fornisce poi tante fibre prebiotiche, utili per nutrire i batteri “buoni”.

Carciofi
Hanno una buona azione depurativa e drenanti. Contengono tanti antiossidanti, tra cui antocianine e composti fenolici. Inoltre, è fonte di inulina, una fibra solubile che svolge un’attività prebiotica: nutre i batteri “buoni” che popolano l’intestino. Apporta poi una gran varietà di vitamine del gruppo B, tra cui la vitamina B2, B3 e B5.

Spinaci
Sono un’ottima fonte di vitamine del gruppo B, utili per ricavare energia e contrastare stress e affaticamento.

Kiwi
Sono un’eccellente fonte di vitamina C. Ne contengono più delle arance. Apportano poi una gran varietà di minerali tra cui il potassio e il magnesio, che aiutano a contrastare il senso di stanchezza.


Source: La Cucina Italiana Cosa mangiare di inverno (per stare bene)