Tecnologia

C’è chi sta già progettando pneumatici per le auto volanti

Goodyear evidenza

Se le auto volanti rappresentano l’orizzonte del prossimo decennio, allora è bene iniziare a riflettere anche su quelle che saranno le loro componenti tecniche più importanti. Come le gomme, per esempio. Per questo Goodyear, in occasione del Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, ha deciso di presentare in anteprima mondiale il suo nuovo concept dedicato alle future smartcar dei cieli: Aero, ovvero il primo pneumatico progettato appositamente per automobili volanti.

“In realtà non contempla una camera d’aria, ed è invece rivestito di una speciale termoplastica resistente agli urti -, ci spiega Elena Versari, General Manager Consumer di Goodyear Italia. Già, ma come funzionerebbe in concreto? “La sua forma è data da una serie di razze interconnesse, che ricordano in qualche modo un’elica -, continua il General Manager. – Immaginate che l’auto si trovi al suolo, normalmente appoggiata alle quattro ruote: uno pneumatico anteriore e il suo opposto posteriore si inclinerebbero, grazie all’intervento dei bracci meccanici a cui sono collegati, e inizierebbero a funzionare come veri e propri rotori, aiutando il veicolo a sollevarsi da terra. A questo punto anche i due restanti pneumatici si inclinerebbero per fornire la spinta necessaria a fluttuare nell’aria. Ed ecco che così l’automobile potrebbe iniziare a spostarsi nel cielo, facendo affidamento proprio a queste gomme-eliche.

Non è tutto. Aero è stato pensato per contenere al suo interno uno speciale sistema di diagnosi a sensori ottici, che attraverso la luce proveniente dai microforellini presenti sul battistrada riuscirebbe al contempo a confermare lo stato ottimale dello pneumatico e comunicare al veicolo eventuali informazioni legate alla strada, come la presenza di ghiaccio sull’asfalto. In particolare, un processore di intelligenza artificiale sarebbe in grado di comunicare tutto questo al singolo veicolo, ma anche a una possibile rete di veicoli interconnessi tra loro.

Certo, quello proposto da Goodyear è ancora un semplice concept che fluttua tra tutte le possibili incertezze e le fantasie di un futuro ancora da scrivere. Ma dal suo progetto possiamo intravedere qualche novità ben più prossima. “Come un possibile passaggio graduale agli pneumatici non pneumatici -, continua Elena Versari. – Facendo a meno della camera ad aria si eliminerebbero tutti i problemi legati a un’eventuale perdita di pressione, aumentando la sicurezza e diminuendo la necessità di manutenzioni. Certo, al momento questi pneumatici in termoplastica non riesco assolutamente a garantire le stesse performance di uno penumatico tradizionale, e per questo sono ancora circoscritti a mezzi di puro servizio. Ma il mondo dei motori, così come quello della mobilità, è in rapidissimo cambiamento: in molti casi l’auto stessa sta perdendo il suo valore di status symbol e diventa sempre più spesso un puro strumento per spostarsi. Basta guardare al successo del car sharing per rendersene conto. Noi, come Goodyear, abbiamo la responsabilità di affiancarci ai costruttori di auto in questo periodo di transizione, e pensare già da ora a quelli che potrebbero essere glli scenari di domani. Dobbiamo essere pionieri, dobbiamo dare l’ispirazione per progettare il futuro di questo settore”.

The post C’è chi sta già progettando pneumatici per le auto volanti appeared first on Wired.


Source: Wired C’è chi sta già progettando pneumatici per le auto volanti