Sport

Canoa velocità, Mondiali 2019: i criteri di qualificazione a Tokyo 2020. I piazzamenti da ottenere per staccare il pass olimpico

I Mondiali 2019 di canoa velocità, che si svolgeranno a Szeged (Ungheria) dal 21 al 25 agosto, saranno una tappa decisiva del percorso di qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Infatti in questa gara verranno messi a disposizione 82 dei 140 posti per equipaggi per la prossima rassegna a cinque cerchi. Andiamo quindi a scoprire nel dettaglio i criteri di qualificazione e i piazzamenti da ottenere per staccare il pass olimpico.

Partiamo dal C1 e K1, in cui le prime cinque Nazioni in ciascuna specialità (K1 200m, K1 1000m e C1 1000m maschili, K1 200m, K1 500m e C1 200m femminili) potranno schierare una barca a Tokyo 2020. A questi si aggiunge un pass riservato al paese ospitante, ovvero il Giappone, in quattro eventi: K1 1000m e C1 1000m maschili, K1 500m e C1 200m femminili.

Nel K2 (1000m maschili e 500m femminili) otterranno il pass le prime sei Nazioni, mentre nel C2 (1000m maschili e 500m femminili) le prime otto. L’evento con maggiori posti a disposizione sarà il K4 (500m maschili e femminili) con la qualificazione per le prime dieci Nazioni. A differenza degli altri eventi, qui ci sarà però una limitazione, infatti se non saranno rappresentati i quattro Continenti, verranno riallocati gli ultimi posti per far sì che ciò accada.

A tutto ciò bisogna aggiungere un criterio fondamentale: ogni atleta può ottenere un solo pass, indipendentemente da quante gare partecipa. Ciò significa che se ad esempio nel K1 un atleta chiude tra i primi cinque sia nei 200m che nei 1000m, la sua Nazione si qualificherà nei 1000m, mentre nei 200m il posto verrà riallocato alla sesta classificata. La situazione si complica se invece un atleta dovesse qualificarsi in più categorie, ad esempio nel K1, K2 e K4. In questo caso la sua Nazione otterrebbe il pass nella barca più grossa (K4) e i restanti posti sarebbero cumulati e riallocati per permettere la qualificazione alla prima Nazione esclusa nel K4, ma se i posti non dovessero essere sufficienti si farà lo stesso con il K2 o il K1. Dopo questi Mondiali, le altre occasioni per ottenere il pass per Tokyo 2020 saranno i tornei di qualificazione continentale e la seconda tappa della Coppa del Mondo del prossimo anno a Duisburg.




(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});




(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo FB Tacchini


Source: Oasport Canoa velocità, Mondiali 2019: i criteri di qualificazione a Tokyo 2020. I piazzamenti da ottenere per staccare il pass olimpico