Tecnologia

OnePlus 6T McLaren Edition lo smartphone fuoriserie con 10 GB di Ram. Prezzo in Italia

Woking è una città a circa 50 Km a sud di Londra, conta circa 62mila abitanti ma la sua caratteristica fondamentale è che ospita la celebre sede della McLaren, storica scuderia di Formula 1 (20 Campionati del mondo vinti dal 1963, anno della sua fondazione) e che negli ultimi anni ha fondato anche una divisione Automotive per la produzione di vetture fuoriserie targate. In questo contesto si è tenuta l’attesissima conferenza intitolata “Salute to Speed” che ha portato a battesimo lo smartphone superveloce e ultra potente OnePlus  6T McLaren Edition. Il dispositivo segna anche l’inizio di una partnership a lungo termine volta a celebrare una visione comune alle filosofie di entrambi i brand: da Never Settle a Fearlessly Forward.

“Andare oltre ciò che è già stato fatto, per portare le prestazioni a un nuovo livello”. Così come McLaren, anche OnePlus “è nata per sperimentare e portare novità nel mondo della tecnologia”, in un caso nell’auto, nell’altro nel mobile. Ci sono parallelismi tra le aziende, cresciute e affermate puntando sull’innovazione, il talento e la capacità di fondere più capacità nel raggiungimento dello scopo. Sommate alla passione e al focus nei confronti dell’obiettivo, come spiegano nel keynote introduttivo i manager, tra cui Zack Brown, Ceo di McLaren Racing.

E questa è la scia per dare concretezza a uno smartphone che nei giorni scorsi è stato al centro di numerose voci che ne hanno anticipato le caratteristiche. E le aspettative sono state addirittura superate: OnePlus 6T McLaren Edition è una combinazione di velocità, tecnologia e bellezza.

Il concetto di velocità è declinato nella volontà di raggiungere prestazioni “senza pari”, soprattutto in fatto di ricarica della batteria. Merito della nuova tecnologia Warp Charge 30, che porta il fast charge a nuovi livelli, offrendo una carica della durata di un giorno in soli 20 minuti. Grazie al nuovo design del caricatore e della batteria, nonché a un sistema di gestione della potenza accuratamente regolato, la corrente fluisce verso lo smartphone senza rallentare, anche quando il dispositivo viene utilizzato, e senza generare calore eccessivo.

E poi la generosa dotazione di 10 GB di Ram abbinata al processore Qualcomm Snapdragon 845 rende il OnePlus 6T McLaren Edition una sorta di fuoriserie nell’ecosistema Android, capace di garantire sempre le massime prestazioni che si tratti di videogiochi di alta gamma, di riprese in 4K a 60 fps, di photo-editing in movimento o di passaggi rapidi tra le app. D’altro canto il pianale di base è quello del 6T, con uno storage portato a 256 GB e caratteristiche tecniche che comprendono display Optic Amoled da 6,41″ (1.080×2.340 pixel) protetto da lastra Corning Gorilla Glass 6, doppia fotocamera posteriore da 16+20 Mpixel f/1.7, selfie da 16 Mpixel, batteria da 3.700 mAh e sistema operativo Android 9 Pie personalizzato dal OnePlus Launcher che ha il pregio di essere minimal, semplice e reattivo.

Storico arancione

Il  colore distintivo di McLaren, il Papaya Orange, corre intorno al bordo inferiore del device prima di sfumare nel nero. Il motivo presente sotto al vetro posteriore del telefono è fatto con la rivoluzionaria fibra di carbonio di McLaren, la tecnologia al centro di tutte le auto McLaren fin dal 1981, anno in cui è stata introdotta nel design delle auto di Formula 1, prima di essere integrata nelle vetture da strada McLaren nel 1993. Strisce chiare, invece, sfrecciano nel logo illuminandosi e scomparendo in un istante. L’unità di alimentazione Warp Charge 30 include un cavo intrecciato color Papaya Orange.

Il colore Papaya Orange ha debuttato sulle monoposto McLaren nella stagione 1968 e non a caso nel Campionato 2018 la Scuderia inglese ha scelto di riproporre la storia livrea sulle vetture guidate da Alonso e Vandoorne. La scelta originaria di questa tonalità di colore era stata dettata dalla volontà di trovare un carattere energetico, unico e non confondibile, con un richiamo non troppo velato al rosso dei bolidi italiani. Per anni le frecce arancioni si sono fatte riconoscere subito, dunque il Papaya Orange è diventato il colore bandiera della scuderia.

OnePlus e McLaren sono andati oltre, portando l’esperienza d’utilizzo dello smartphone a un nuovo livello. A partire dall’unboxing a nuovi livelli. Nella scatola c’è il logo McLaren, l’iconico Speedmark, ricreato in fibra di carbonio F1 AA – lo stesso materiale usato per la McLaren MCL33 2018 Formula 1. Per la produzione degli Speedmark è stato utilizzato l’equivalente di più di sei vetture di F1 in fibra di carbonio.

Con il dispositivo si trova anche un libro che celebra la storia di entrambe le aziende; e grazie a OnePlus 6T McLaren Edition ci si può divertire anche con animazioni software esclusive, in linea con lo stile e la storia unici di McLaren.




#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item1 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/mclaren-lifestyle-11-80×60.jpg) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item2 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/oneplus6tmclaren-igizmo9-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item3 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/oneplus6tmclaren-igizmo1-80×60.jpg) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item4 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/oneplus6tmclaren-igizmo2-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item5 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/oneplus6tmclaren-igizmo3-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item6 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/oneplus6tmclaren-igizmo4-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item7 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/oneplus6tmclaren-igizmo5-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item8 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/oneplus6tmclaren-igizmo6-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item9 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/oneplus6tmclaren-igizmo7-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item10 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/oneplus6tmclaren-igizmo8-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item11 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/mclaren-lifestyle-09-80×60.jpg) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5c0f937f01e2e .td-doubleSlider-2 .td-item12 {
background: url(https://igizmo.it/wp-content/uploads/2018/12/mclaren-lifestyle-07-80×60.jpg) 0 0 no-repeat;
}